NeoMamme serene ….si può fare!

Incontro pubblico con Ezio Aceti per la presentazione del Progetto


Neo Mamme Serene
20 aprile 2012 – ORE 16.00
Polo S. Agostino,
C.so Mazzini, 90 – Ascoli Piceno

Interverranno:
S.E. Mons. Silvano Montevecchi
Vescovo della Diocesi di Ascoli Piceno

Dott.ssa Deborah Pantana
Presidente Federazione Marchigiana Consultori di Ispirazione Cristiana

Dott.ssa Roberta Giovannozzi
Presidente Associazione Centro Informazione Assistenza Famiglia

A conclusione dell’evento Inaugurazione del centro Siloe
Consultorio familiare di ispirazione cristiana

C.so Mazzini, 20 - Ascoli Piceno
info Tel. 0736 25 44 59
segreteria@centrosiloe.it

 

 

 

Centro Sìloe, la nuova sede del Consultorio Familiare Diocesano

Inaugurazione Centro Siloe
Con EZIO ACETI
20 aprile 2012
– ORE 16.00
Polo S. Agostino,
C.so Mazzini, 90
Ascoli Piceno

Il Centro Informazione Assistenza Famiglia (CIAF) nasce come associazione ad Ascoli nel 1977, in risposta all’invito dei Vescovi italiani che nel 1975 decisero di dar vita a un organismo che affiancasse l’attività pastorale della Chiesa: i Consultori Familiari di Ispirazione Cristiana. La decisione fu presa in un momento di grave crisi: ai valori del Vangelo si stavano opponendo altri miraggi che sotto l’apparenza di un “miglior essere” contribuirono in realtà al disorientamento e alla disgregazione sociale, di cui la famiglia fa la prima a soffrire. La Chiesa sentiva la forte esigenza di fare qualcosa per aiutare famiglia e società di fronte ai rischi che si profilavano.
Dall’inizio l’Associazione CIAF si è posta l’obbiettivo di promuovere e sostenere la famiglia attraverso molte attività: corsi per fidanzati, coniugi e genitori, consulenze gratuite per problematiche familiari di tipo relazionale, psicologico, medico, legale, etico e pedagogico, corsi e consulenze sui metodi naturali di regolazione della fertilità, incontri per ragazzi e giovani sull’affettività e la sessualità.
Attualmente le professionalità operanti nell’Associazione (coadiuvate da soci sostenitori e con l’assistenza ecclesiastica di D. Franco Petrucci) sono rappresentate da consulenti familiari, avvocati civilisti ed ecclesiastici, psicologi, psicoterapeuti, pedagogisti, assistente sociale, pediatra, fisioterapista, grafologo familiare, mediatore familiare e insegnanti dei metodi naturali di regolazione della fertilità. I soci, che lavorano in equipe, oltre che dalla formazione continua e dalla supervisione, che garantiscono la necessaria professionalità, sono motivati e sostenuti spiritualmente dagli incontri di preghiera mensili sulla Parola di Dio, tenuti da Suor Sofia del Monastero di S. Onofrio. Si tratta di incontri di grande importanza perché, se è vero che le attività sono rivolte a tutte le famiglie, anche non cristiane, gli operatori sanno che è nella loro fede in Cristo che trova fondamento l’operato del Consultorio. Negli ultimi anni si è posta l’esigenza di adeguare l’Associazione e la struttura alle normative vigenti, per cui nel 2010 si è provveduto alla modifica dello Statuto, che ha permesso l’iscrizione al Registro Regionale delle Associazioni di Volontariato.

Rimaneva la necessità di trovare una sede idonea e rispettosa delle norme previste nel settore. Le attività si svolgevano all’inizio in via dei Soderini, poi in via Marucci, strutture generosamente offerte dalla parrocchia di San Pietro Martire ma che col tempo si erano rivelate inadeguate: le attività consultoriali dell’Associazione richiedono infatti un setting specifico, con particolare cura per l’accoglienza e la privacy degli utenti. Finalmente anche questa importante esigenza ha trovato risposta nella generosa offerta di una famiglia che, in maniera anonima, ha espresso la volontà di cedere in comodato gratuito alla Diocesi, uno stabile di sua proprietà, con il vincolo di utilizzo per le attività del Consultorio Diocesano. I proprietari hanno provveduto a ristrutturare completamente la sede nel rispetto dell’attuale normativa regionale per i Consultori Familiari. Nasce così, in corso Mazzini 20, il Centro Famiglia Sìloe.

Intervista a Mitia Battistini, Direttore dell’Associazione CIAF

Inaugurazione Centro Siloe
Con EZIO ACETI
20 aprile 2012
– ORE 16.00
Polo S. Agostino,
C.so Mazzini, 90
Ascoli Piceno

 

Innanzitutto perché il nome “Sìloe”?
Quando si è trattato di decidere il nome del nuovo Centro abbiamo vagliato varie ipotesi, poi la abbiamo pensato alla piscina di cui si parla in un brano del Vangelo di Giovanni, meditato in uno degli incontri di preghiera. Dalla piscina di Sìloe, alimentata da una sorgente nascosta, sgorgava acqua corrente sempre limpida che sanava chi vi si bagnasse. Noi operatori sappiamo che è Gesù l’acqua viva che deve “scorrere” nel nostro Centro, nel sentirci noi stessi risanati e nell’ispirare a Lui il nostro operato di professionisti e le relazioni tra noi soci.

Quanto è importante la professionalità degli operatori?
In un Consultorio è fondamentale, perché il contatto con l’utenza richiede un atteggiamento non improvvisato, né basato unicamente sul buonsenso; per questo motivo gli operatori sono tutti professionisti che gratuitamente offrono la loro competenza specifica, con particolare riguardo alla formazione attraverso una qualificata supervisione esterna che avviene mensilmente.

Le attività del Consultorio prenderanno ufficialmente avvio con il lancio di un corso per neo-mamme …
Sul territorio sono diversi i corsi pre-parto, poche invece le occasioni di incontro per mamme e famiglie nella delicata fase del primo anno di vita dei figli. Si tratta di un momento in cui le esigenze del bambino, il senso di inadeguatezza del nuovo ruolo, il minor tempo per se stessi e per la coppia, sono aspetti di fragilità dei neo-genitori che possono sfociare in vere e proprie crisi familiari. A questo si aggiunge il rischio per la madre di cadere in uno stato depressivo.  Così è nato il corso Neo-mamme serene, realizzato anche grazie al contributo economico della Fondazione CARISAP.

In cosa consiste?
Si tratta di un ciclo di incontri della durata di due mesi rivolti inizialmente alle neo-mamme. La nostra fisioterapista proporrà loro una ginnastica dolce per ripristinare la tonicità del tessuto muscolare addominale e perineale e per ritrovare l’equilibrio psico-fisico. Successivamente si prevedono momenti di incontro con pediatra e pedagogista e di condivisione tra le coppie. Inoltre i neo-genitori avranno a disposizione tutti i nostri consulenti per ogni eventuale necessità. Un aspetto importante è che durante il corso verrà attivato un servizio di baby-sitting. Per ogni ulteriore informazione sono attivi il sito internet centrosiloe.it, il profilo Facebook del Centro e la nostra segreteria.

Cosa prevedete per il lancio?
La presentazione del corso Neo-mamme serene si terrà venerdì 20 aprile alle ore 16.00 presso il Polo Culturale Sant’Agostino, per concludersi presso il Centro Sìloe che nell’occasione verrà inaugurato. Per questo evento siamo orgogliosi di avere ottenuto la partecipazione del dott. Ezio Aceti, stimato psicopedagogista e scrittore cattolico di fama nazionale, già Direttore del Consultorio Familiare di Erba (CO), che terrà una conferenza pubblica dal titolo Genitori si può fare, la stupenda avventura dalla nascita in poi.

Aspettando… Ezio Aceti

20 aprile 2012 – ORE 16.00
Polo S. Agostino,
C.so Mazzini, 90 – Ascoli Piceno

Ezio Aceti è esperto di psicologia della disabilità, psicologia scolastica, e mediazione in ambito familiare, oltre che autore di molti volumi per le editrici Città Nuova, Ancora e Monti. Libri dai titoli frizzanti e per nulla scontati, quanto la sua persona. Cura una rubrica di risposte alle domande sul periodico Città Nuova e sul sito www.cittanuova.it.  È consulente psicopedagogico del comune di Milano e di altri comuni lombardi nonchè direttore scientifico di consultori e centri socio-educativi.
Ezio Aceti è lombardo, ma di formazione universitaria patavina: «Ero al primo anno di università e ascoltavo stupito un grande professore, così attento alla cultura dei bambini: Guido Petter sapeva entusiasmare e, con coraggio, aveva portato la cultura di Piaget in Italia, con un approccio rivoluzionario, di grande rispetto per la fanciullezza. Da lui ho capito che potevo, anzi dovevo occuparmi dei bambini». Poi, quasi a tracciare le fondamenta della sua esperienza umana e professionale, prosegue: «Un’altra figura essenziale per la mia vita e le mie scelte è stata Chiara Lubich.
«Un giorno, dopo una conferenza a membri del Movimento dei focolari, vedendo la gente contenta ho detto ad un amico: “La gente mi ascolta volentieri quando parlo di infanzia e adolescenza”. Lui mi ha risposto: “Tu hai una vocazione nella vocazione, devi incontrare la gente che chiede di conoscere e vivere bene il rapporto con i ragazzi, portando la cultura dell’infanzia” ».
Tratto dall’articolo di Annamaria Gatti – “Citta Nuova on line”